SICUREZZA AL VOLANTE
LA FORMAZIONE PROFESSIONALE
  • Spesso il “luogo di lavoro” è la postazione di guida di un veicolo.

    Un dipendente che percorre con la vettura aziendale 50.000 km/anno, trascorre di fatto al volante 104 giorni/anno di 8 ore ciascuno.

    E’ perciò fondamentale, anche in ottemperanza agli obblighi legislativi (D. Lgs 81/2008 riguardante il miglioramento della sicurezza e della salute dei lavoratori sul luogo di lavoro) garantire formazione teorica e pratica ai dipendenti che utilizzino intensamente un autoveicolo aziendale.

    Per le aziende e le istituzioni dotate di flotta auto, già dal 1997 il Centro Internazionale Guida Sicura ha messo a punto specifici Corsi che, primi sul mercato nazionale, interpretavano i contenuti della Legge, anticipando le risposte più adeguate.

    E’ per questo fine che l’Autodromo viene inteso come strada chiusa al traffico dove riprodurre in totale sicurezza le situazioni critiche che si possono presentare nella guida di tutti i giorni.

    L’obiettivo: migliorare la sicurezza di guida del personale viaggiante, patrimonio fondamentale delle Aziende, con ulteriori vantaggi sulla tutela e la buona conservazione del parco vetture aziendale.

    Il Centro Internazionale Guida Sicura è inoltre interlocutore privilegiato delle istituzioni nell’ambito della formazione professionale al volante.

    Dorado C.I.G.S. S.p.A. è infatti prima firmataria con il Ministero delle Infrastrutture e dei Trasporti del Protocollo “Formazione avanzata dei conducenti di veicoli stradali finalizzata al miglioramento della sicurezza stradale – Linee guida per la definizione di uno studio sugli effetti dei corsi di formazione alla guida sicura” siglato con il Ministro Matteoli il 22.09.2009.

    I nostri Corsi di Guida Sicura Professionale 81/2008 rispettano fin da ora i contenuti del Protocollo che entreranno in vigore in futuro come condizione indispensabile per la certificazione di validità ministeriale.

  • Corsi di Guida Ecologica

    Sulla strada per un futuro ecosostenibile

    Il Corso di Formazione alla Guida Sicura approfondisce concetti teorici e pratici di Guida Ecologica, per l’apprendimento delle tecniche che favoriscono l’utilizzo in ottica “eco” della propria autovettura.

    Se richiesto, inoltre, una esercitazione di Guida Sicura può essere sostituita da una esercitazione dinamica di Guida Ecologica.

    Uno stile di guida “più verde” assicura infatti:

    Maggior efficienza in termini di consumi energetici e di carburante;
    Riduzione dell’usura complessiva del parco auto, con impatto positivo sull’ambiente e sui costi di gestione;

    Riduzione delle emissioni di CO2 nella guida.

    L’obiettivo dei corsi di guida ecologica è quello di consumare il minor quantitativo di carburante possibile mantenendo una velocità media non inferiore ad un valore stabilito.

    La velocità media minima è imposta per evitare situazioni non realistiche ed adattare alla guida di tutti i giorni le tecniche ecologiche.

  • Telecom

    La “prova provata” dell’utilità di un Corso di Guida Sicura Professionale by Centro Internazionale Guida Sicura.

    Telecom Italia è la singola Azienda che ha svolto il programma di formazione alla Guida Sicura più approfondito nella storia del Centro: 3.302 partecipanti totali a partire dal 2007, con un programma pluriennale che testimonia l’impegno di Telecom nella sicurezza per i propri dipendenti.

    Di questi 3.302 partecipanti, c.a. l’80% è composto da Tecnici Open Access, cioè quella parte di popolazione aziendale che più utilizza l’auto per lo svolgimento della propria attività lavorativa: su di loro si è concentrato un monitoraggio approfondito da parte di Telecom per la verifica dell’effettiva utilità della partecipazione ai Corsi.

    1.854 Tecnici Open Access formati con Corso Guida Sicura al 31/12/2011

    telecom1

    I risultati esposti nelle slide seguenti provano senza dubbio l’utilità della partecipazione ad un Corso di Guida Sicura presso il Centro.

    I dati per gli anni 2010 e 2011 mostrano una percentuale di incidentalità stradale dei Tecnici formati con il Corso notevolmente inferiore rispetto a quelli non formati.

    Il grafico di sintesi, oltre all’utilità dei Corsi, prova che una guida accorta e sicura contribuisce anche ad evitare gli incidenti “passivi”, dove il guidatore oggetto del monitoraggio è la “vittima” dell’incidente, al contrario degli incidenti “attivi” dove il guidatore in questione è causa dell’incidente stesso.

    A prescindere dall’utilità sociale e dall’attenzione dell’Azienda per i propri dipendenti, una riduzione dell’incidentalità stradale di questa entità comporta benefici economici facilmente comprensibili per l’Azienda che usufruisce dei Corsi, dalla mancata assenza per infortunio del dipendente alle minori spese di gestione del parco auto e delle relative assicurazioni.

    Senza contare che il dipendente percepisce lo sforzo dell’Azienda per la sua sicurezza, una sicurezza in questo caso non limitata al solo ambito lavorativo, ma estesa a tutte le situazioni di guida anche con vettura propria!

    telecom2

  • I Corsi possono essere realizzati con durata 1, 1,5 o 2 giorni.

    Agenda, contenuti e programmi possono variare in funzione delle esigenze del Cliente, del numero di partecipanti e del periodo di svolgimento.

    formazione

  • Il Corso di Guida Sicura, a fronte di una sessione teorica di soli 45’,propone diversi turni di guida in pista intesa come strada chiusa al traffico dove svolgere le prove in totale sicurezza, ed esercitazioni dinamiche che riproducono situazioni critiche che si possono presentare durante la guida di tutti i giorni.

    Impostazione corretta di guida
    Prima sessione di giri pista, con applicazione pratica dei concetti precedentemente presentati in teoria.

    Miniskid car
    Sistema meccanico di sollevamento dell’asse posteriore di una vettura a trazione anteriore.
    Il dispositivo provoca sovrasterzo a bassa velocità da controllare con la corretta tecnica di gestione dello sterzo e dell’acceleratore.

    Frenata di emergenza con schivata di ostacolo improvviso
    Simulazione di frenata di emergenza su fondo bagnato artificialmente. Un dispositivo luminoso determina l’improvvisa e casuale necessità di schivare un ostacolo ed apposite fotocellule rilevano la velocità di passaggio in prossimità del punto di inizio frenata.

    Guida in pista con Pilota-Istruttore a bordo
    Sessione di giri di pista a crescente approfondimento della tecniche di guida individuale: impostazione delle traiettorie di curva, modulazione di frenata, uso dell’acceleratore, corretto sfruttamento della coppia-potenza del motore.

    Slide Machine
    Piastra pneumatica che provoca una sbandata improvvisa della vettura in transito, simulando un urto laterale di direzione casuale, da controllare su superficie a bassa aderenza, bagnata artificialmente

    Guida in pista con Pilota-Istruttore a bordo e telemetria
    Vetture a controllo telemetrico: misurare la performance.
    Raccogliere dati in fase di test per migliorare costantemente la qualità di guida: acceleratore, sterzo, freni, velocità.
    Le vetture e i box dialogano attraverso un sofisticato sistema telemetrico, in cui tutti gli indicatori vengono monitorati per un’analisi puntuale della qualità di guida di ogni “Allievo”.
    Confronto grafico tra il tracciato telemetrico del Pilota-Istruttore e quello realizzato dal partecipante. Un software specifico attribuisce un valore oggettivo alla qualità di guida del partecipante (CQG: Coefficiente di Qualità di Guida).
    All’attribuzione del CQG è abbinato un contest, con premiazione finale.

    Ovviamente per il Corso 1 giorno e mezzo e 2 giorni saranno svolte ulteriori esercitazioni.