DE ADAMICH RISPONDE
ALLE TUE DOMANDE

In questa rubrica Andrea de Adamich risponderà alle domande più interessanti che vorrete porgli.
Domande sulla guida sicura, ma anche eventualmente sul mondo dell’automobile e del motor sport in generale.
Verrà pubblicata una domanda (e relativa risposta) al mese.
Ti chiediamo di firmare la domanda, perché domande “anonime” non verranno prese in considerazione!
Invia la tua domanda a chiediadeadamich@guidasicura.it


Scrive Ing. Vincenzo Turrà

Salve,
navigando sul sito www.guidasicura.it ho effettuato il test “Scopriti al volante” ottenendo come punteggio 9.
Da una verifica ho sbagliato la prima domanda “In una curva che richiede una riduzione di velocità e la scalata di una marcia, quando è corretto effettuare le due manovre? ” dove ho risposto “frenare e scalare marcia contemporaneamente”.
Ho 52 anni ed ho iniziato a guidare con una 500 per cui ancora oggi continuo a guidare con la tecnica del punta tacco ed in alcuni casi anche con la famosa dopppietta o quantomeno una piccola accelarata in scalata nell’inserimento della marcia per tenere il numero di giri costante.
Le chiedo cortesemente perchè la risposta giusta alla domanda prima richiamata è “prima frenare rallentando l’auto, poi scalare marcia”
Affrontando una curva a velocità sostenuto non è più corretto effettuare le due manovre contemporaneamente visto i tempi ristretti di inserimento in curva?
Grazie.
Risponde Andrea de Adamich:

Buongiorno, La ringrazio per la mail.
Le confermo quanto emerge dalle risposte del test: su qualunque auto in una curva che richiede una frenata ed una scalata, prima si frena e poi si scala, per quanto le due manovre possano anche essere molto ravvicinate. Ovviamente è tutto rapportato alle performance della vettura: su una supersportiva dove i freni sono di dimensioni adatte alle prestazioni, lo spazio di frenata prima di iniziare a scalare sarà minore, ad esempio, di una utilitaria. Non parliamo di vetture d’epoca, dove essendo quasi inesistenti i freni, il freno motore contava di più (ma anche in questo caso valeva la regola del prima frenare e poi scalare), ma di vetture moderne.
Frenare e scalare allo stesso tempo, così come prima scalare e poi frenare, porta a perdere stabilità, ed eventualmente anche al bloccaggio delle ruote motrici.
Spero di avere chiarito i Suoi dubbi e di aver risposto in maniera esaustiva.

Firma AdeA sottile